Rafforzamento delle pillole della prostata

Dispositivi Endocavernosi per Disfunzione Erettile Maschile

Vescicole vescicole seminali

Le terapie rafforzamento delle pillole della prostata innovative per combattere con sempre maggiore efficacia una delle patologie oncologiche maschili più diffuse.

Non possiamo rispondere a casi clinici personali. Verrà dato spazio solo ai messaggi che affrontano temi di interesse generale. Questo forum è chiuso. Ho avuto modo di visionare la scintigrafia ossea, mi hanno fatto rilevare che le macchie scure indicavano la localizzazine delle metastasi ossee. Mi hanno sconsigliato l'intervento alla prostata perchè non risolverebbe il problema. Come cura sta effettuando una terapia ormonale 1 iniezione ogni 30 giorni circa ed delle pillole con prescrizione giornaliera in più in questi giorni dovrebbe iniziare una terapia di rafforzamento delle ossa.

Mio zio ha 61 anni da compiere a giugno. Il valore del PSA eradopo 1 mese di terapia è tornato ad 1, Mi è stato detto che non è consigliabile la radioterapia, perchè le metastasi sono troppo estese, ma solo la terapia ormonale e quella per le ossa,penso sia di bisfosfonato o qualcosa rafforzamento delle pillole della prostata genere, inoltre se il valore del PSA dovesse innalzarsi nuovamente iniziaranno una chemioterapia.

Infine mi hanno detto che l'aspettativa di vita di mio zio è inferiore a due anni. Mi sento moralmente a pezzi perchè mio zio è coniugato ma non ha figli, mia zia non vuole che gli si dica della gravità della malattia perchè pensa che possa entrare in uno stato di depressione. Non so se consigliargli una visita ulteriore, ma in questo caso dovrei dirgli come stanno realmente le cose. Mi sembra di sprecare del tempo e non fare niente per aiutarlo.

Cosa mi consiglia con un caso come quello prospettato? Non rafforzamento delle pillole della prostata se rafforzamento delle pillole della prostata stata abbastanza rafforzamento delle pillole della prostata nell'esposizione. Mi sono anche chiesta come sia possibile che si è ritrovato con una diagnosi di carcinoma prostatico G8, quando meno di 2 anni fà si è sottoposto ad uno screening di prevenzione del carcinoma prostatico e non gli è stato diagnosticato assolutamente nulla.

Mio zio non ha mai avuto nessun disturbo. L'unico problema che ha sempre accusato da 3 o 4 rafforzamento delle pillole della prostata è un dolore localizzato tra l'anca e il bacino, che è stato curato con antiffiamatori e antidolorifici vari.

Con le cure ormonali la febbre è scomparsa, ma il carcinoma ha già fatto i suoi danni. Come tutti in questi casi vorrei trovare una soluzione ed avere una speranza. Cara Antonietta, quella che le è stata consigliata al momento è l'unica terapia utile per la malattia di suo zio. La radioterapia e la chirurgia che sono terapie locali non hanno alcun senso. La radioterapia - se ce ne sarà bisogno - dovrà essere utilizzata solo a scopo palliativo antidolorifico in dolore incoercibile.

Purtroppo, come avrà visto, questi screening di massa non servono a nulla: è meglio fare il PSA e rivolgersi a un bravo urologo. In realtà l'aspettativa di vita non è lunghissima anche se porre termini perentori non è giusto.

Verrà dato spazio solo ai messaggi che affrontano temi di interesse generale Il canale Sportello Cancro Dove si curano i tumori della prostata Questo forum è chiuso. Telefoni cellulari Consulenza informatica Web agency Computer.

Copyright © All Rights Reserved. 2018
Proudly powered by WordPress | Theme: BetterHealth by CanyonThemes.